On Air Stiamo trasmettendo:
The Golden Age

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



INCUBUS - HQ Live

Anno di pubblicazione: 2012

Provenienza: USA

Genere: crossover, nu metal

Voto: ***1/2

Brano migliore: Sick Sad Little World


Commento: Alla fine degli anni '90 gli Incubus si sono fatti largo nella folta schiera di band alternative americane grazie al bel faccino del cantante Brandon Boyd e ad un'innegabile somiglianza stilistica con gli ultimi Faith No More (che si erano sciolti proprio in quel periodo). Dopo è arrivato l'incontro con i Korn e la sbornia nu metal ed infine una produzione sempre più vicina al gusto popolare del pubblico statunitense. Sicuramente non un gruppo che passerà alla storia, gli Incubus ma, altrettanto innegabilmente musicisti seri che sanno come scrivere una canzone (soprattutto se si tratta di una ballata). Questo monumentale triplo dal vivo (2 cd + dvd nell'edizione de luxe) ce li mostra al massimo della forma con una scaletta che sacrifica le parti simil hip hop del repertorio in stile nu metal (trascurabile l'apporto di DJ Kilmore), in favore di una carrellata di bei lentoni (Wish You Were Here, Pantomime, Promises Promises); il tutto davanti ad una platea ristretta e scelta di super fans. Il meglio del concerto si ha però quando gli Incubus sfoderano un'inedita vena psichedelica degna dei Led Zeppelin del primo disco. Lascia straniti la scelta di escludere da una scaletta così lunga proprio quelle Glass e Summer Romance che furono i loro primi grandi successi di pubblico nel 1997.


Assomiglia a: ai Faith No More che fanno un disco di sole cover di Kid Rock.

Dove ascoltarlo: sul vecchio walkmen delle scuole medie.