On Air Stiamo trasmettendo:
Slow Emotion

Parola di DJ
Siamo tornati! Stamani riprendono le trasmissioni consuete di RADIO GAS

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



JOHN FOGERTY Wrote A Song For Everyone

Anno di pubblicazione: 2013

Provenienza: U.S.A.

Genere: classic rock

Voto: ***

Brano migliore: Long As I Can See The Light


Commento: Ci sono zero dubbi sul fatto che John Fogerty sia uno dei più grandi autori della storia del rock. I suoi Creedence Clearwater Revival hanno segnato la fine degli anni '60 ben più di tanti altri gruppi più celebrati e anche come solista ha saputo regalarci un mezzo capolavoro come Centerfield (1984). Più si invecchia, questo è cosa nota e più le idee latitano. John Fogerty è molto vecchio, musicalmente parlando, per questo ha pensato di reincidere una parte del proprio repertorio facendosi accompagnare da musicisti più giovani / vecchi compagni di strada. L'idea non è certo di quelle originali e funziona soltanto quando gli ospiti riescono ad assecondare in pieno le lune di John. Che, beninteso, rimane un gigante del rock n'roll, del country, del soul e di qualunque tipo di musica americana passi tra le sue corde vocali o tra le corde della sua chitarra. Ecco che sfilano in modo stilisticamente consono i Foo Fighters (Fortunate Son), la Zac Brown Band (Bad Moon Rising), i My Morning Jacket (Long As I Can See The Light) e Bob Seger (Who'll Stop The Rain?). Altri fanno il compitino, altri ancora sono inascoltabili, mentre le canzoni inedite (Mystic Highway e Train Of Fools) non sono niente di che. Bene, ma non benissimo.


Assomiglia a: Creedence Clearwater Revival.

Dove ascoltarlo: in un documentario sulla Guerra del Vietnam.

 Lorenzo Allori