On Air Stiamo trasmettendo:
Indie Nation

Parola di DJ
Siamo tornati! Stamani riprendono le trasmissioni consuete di RADIO GAS

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Mercury Rev – The Light In You

Anno di pubblicazione: 2015

Provenienza: U.S.A.

Genere: psichedelia, pop rock

Voto: ***

Brano migliore: Central Park East


Commento: Esistono tre incarnazioni dei Mercury Rev. La prima, quella noise rock, era una diretta emanazione dei Flaming Lips e seppe regalarci un gran disco come Yerself Is Steam (1991); la seconda si prese le luci della ribalta con i barocchismi orchestrali di Deserter Songs (1998) per poi virare verso una versione molto personale della psichedelia; infine la terza è quella che è rimasta sorprendentemente in silenzio proprio all'apice del successo commerciale. Oggi Jonathan Donahue ed i suoi tornano in pista e naturalmente riprendono dalla seconda versione della storia. L'unico problema è che The Light In You appare soltanto un insieme di esercizi di stile sulla materia pop. Le imperfezioni neilyounghiane che avevano reso grande Deserter Songs ed i suoi successori, qui sono sostituite da una stucchevole esattezza formale. All'inizio della scaletta si riconoscono i cari e vecchi Mercury Rev pop nel migliore significato del termine, poi lentamente l'immagine si sfalda, fino ad arrivare ai discutibili esperimenti mod / rhythm n'blues di Sunflower e Rainy Day Record. I Mercury Rev di The Light In You passano con disinvoltura dal già sentito a ciò che sarebbe stato meglio non sentire mai.


Assomiglia a: alle produzioni di Phil Spector.

Dove ascoltarlo: pattinando su un laghetto ghiacciato.

 Lorenzo Allori