On Air Stiamo trasmettendo:
Gas Station con Alessandro Pianti

Parola di DJ
Le trasmissioni consuete di RADIO GAS riprenderanno regolarmente lunedì 31 Agosto. In loro sostituzione andranno in onda le nostre selezioni musicali.

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



THE CURE - Disintegration (1989)

"Disintegration" dei Cure, è uno degli album più dark e malinconici mai scritti. Già la copertina, ritraente un volto spettrale di Robert Smith che spicca in mezzo ai fiori nel buio, incute una certa soggezione.

I Cure nel 1989 hanno composto l'album della consacrazione commerciale, grazie a singoli di successo come "Lullaby" - e il suo fantastico video - e "Lovesong". .


 

 

In "Disintegration" troviamo dodici tracce ammalianti e cariche di emozioni, da cui è assai difficile non farsi influenzare: lontananza, amori perduti, nostalgia e addii sono i principali temi affrontati nell'album, sentimenti tristi che vengono perfettamente tradotti in musica e testo.



"Lovesong" è il singolo, una canzone semplice e immediata giocata sulle tastiere e sulla voce di Smith, ma proprio l'immediatezza è la chiave dell'efficacia di questo pezzo, uno dei più malinconici mai composti da Cure.
E poi "Lullaby", sicuramente uno dei pezzi più noti della band inglese.
Da menzionare anche le ottime "The same deep water as you", altro pezzo nostalgico, la title-track "Disintegration", il pezzo più ritmato e coinvolgente dell'album.

"Disintegration" è sicuramente uno dei miglior album dei Cure, caratterizzato da atmosfere abbastanza ossessive e tristi, ma dopotutto è questo il suo scopo, essere un album toccante.

Emanuele Scali