On Air Stiamo trasmettendo:
Slow Emotion

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



THE WALKABOUTS Travels In The Dust Land

 

Anno di pubblicazione: 2011

Provenienza: U.S.A.

Genere: folk rock

Voto: ***1/2

Brano migliore: Every River Will Burn

 

Commento: Quando nel 1988 uscì la leggendaria compilation Sub Pop 200, che rivelò al mondo del rock l’inestimabile tesoro che si nascondeva tra gli scrosci di pioggia di Seattle, i Walkabouts erano lì. Cosa poi ci facesse la loro folkeggiante Got No Chains accanto alle canzoni di gente come Tad, Nirvana, Soundgarden, Green River e Screaming Trees rimane ancora oggi un discreto mistero. La Sub Pop però ci aveva visto giusto perché Chris Eckman ed accoliti avrebbero dato vita ad una delle più avvincenti storie della musica rock a stelle e strisce. Questo nuovo Travels In The Dust Land è il miglior lavoro della band fin dai tempi di capolavori quali Satisfied Mind (1993) e Night Town (1997). They Are Not Like Us, Rainmaker Blues, Every River Will Burn, Long Drive In A Slow Machine e Horizon Fade sono le canzoni da ricordare e soprattutto da ascoltare. Una menzione speciale per la sempre splendida voce di Carla Torgerson.

Assomiglia a: Cowboy Junkies, Giant Sand, Willard Grant Conspiracy

Dove ascoltarlo: facendo una traversata di un deserto in auto.

  Lorenzo Allori