On Air Stiamo trasmettendo:
Non Solo Metal con Mirko Ciardi

Parola di DJ

newsletter
Vuoi essere informato su tutte le novità di Radiogas?
Iscriviti alla nostra newsletter
Scrivi la tua email



Controsenso e Radiogas presentano:

 

Samuele Mazza (Controsenso) e David Drago (Radiogas) presentano:

KILLING ME SOFTLY
ControIndieItalianRock

dal 3 al 24 febbraio 2011
Tutti i giovedì al Controsenso Club

via Dino Saccenti 31, Prato

 

Al Controsenso di Prato i giovedì di febbraio. Quattro concerti. One man show e duetti. Polistrumentisti, grande talento. Musica da ascoltare col cuore. Su tappeti e cuscini, dalle dieci del giovedì sera. Una nuova atmosfera in cui calarsi, tutta da respirare, i quattro giovedì di febbraio 2011, per una rassegna che regalerà brividi caldi in pieno inverno.Un'idea di Samuele Mazza del Controsenso www.controsensoprato.com e David Drago di Radiogas www.radiogas.it



 3 Febbraio 2011 CELESTINO TELERA
Cantautore proveniente dall'inglesisima citta di Manfredonia (FG) presenterà alcuni brani dal suo progetto "5/4"  e della sua prossima prima produzione "Mother's Mud". Il tutto accompagnato dai suoi strumenti e dalla sua voce,
 

ROCKIT: " Ha suonato tutti gli strumenti, ha scritto una canzone pop bellissima come "Barcelona Shorts", ha imbastito un coro di voci in "Waiting for Silent the storm" che lascia senza parole.

RADIOGAS: "Nonostante la sua giovanissima età riesce a incarnare una sintesi straordinaria tra alcune derive progressive alla Peter Gabriel ("Snow"), un cantautorato onesto alla Dylan, un pop universale alla Lennon ("Barcelona Shorts"), passando per l'energia e la potenza dei primi Genesis" 

 LOST HIGHWAYS: "Difficile ascoltare da queste parti e di questi tempi un lavoro con tali gusti e con tale qualità nei testi e nelle composizioni, ma soprattutto talmente slegato dalle tendenze del momento: indubbiamente una mosca bianca"

 

 http://www.myspace.com/celetv


10 Febbraio 2011 TEN DOGS

Roberto Grosso Sategna affida al suo alter/ego Ten Dogs la narrazione musicale di un autore che scrive un romanzo d'esordio fatto di capitoli che si aprono con accenni di bossanova, si potenziano lungo partiture folk ed arrivano a toccare l'indiepop meno usurato in circolazione.

ROCKIT: L'ep d'esordio "Girl who must be loved" è fatto di "quattro tracce che compongono un acquerello acustico, che si nutre di meravigliose melodie, trainato da una voce che deve mood e fascinazione a quel Stuart Murdoch che dei Belle And Sebastian fu fondatore.

 
C'è voglia di piccoli spazi, di tè alle erbe sorseggiati sulla terrazza di casa, di storie d'amore consumate fino all'ultimo respiro. Cuori fragili restate in ascolto".

ITALIAN EMBASSY: "Oggi che quattro pezzi sono "comparsi", si può finalmente parlare di Ten Dogs e constatarne l'effettivo valore...Tra le sue canzoni, difficile incoronare una preferita"

 http://www.myspace.com/tendogs


 

17 Febbraio 2011 PECKINPAH 
Peckinpah è l'alter ego di Lorenzo Bettazzi (già bassista con la decennale rock band fiorentina Zenerswoon).
 Il suo secondo lavoro solista "That's all bad folk", per la label milanese CaneBagnato Records, si arricchisce con nuove aperture strumentali di più ampio respiro, e si caratterizza per la maggiore varietà di sfumature sonore, senza però mai tradire la personale matrice musicale acustica di Peckinpah. Disponibile in vendita sul sito www.canebagnato.org

MESCALINA: "Una chitarra che tesse trame e colora nostalgiche atmosfere, e facendo leva su di un cantato duttile e carismatico si staglia nella semplicità elegante degli arrangiamenti"

BEAT BOP A LULA: "Pochi accordi, spesso aperti, inesistente accozzaglia d'arrangiamenti, poetica da hobo e un'atmosfera minimal-folk, contribuiscono a fare di questo disco il toccasana espressivo di un ritorno all'ascolto puro di semplici cose sincere e straordinarie"

THE BREAKFAST JUMPERS: "Adorabile"

 

http://www.myspace.com/badfolkpeckinpah

 

 24 Febbraio 2011 ORLANDO EF e SANDRA IPPOLITI
Straordinario duetto: si uniscono live due tra i più talentuosi musicisti del panorama indie italiano. Orlando Ef, con un album come "Me2u2me" ha conquistato la critica più esigente e adesso sta lavorando al secondo disco. Sandra Ippoliti presenta invece il suo album d'esordio.





 

ROCKIT: "Romantico pop artigianale intagliato per due lunghi anni tra i riflessi del mare d'Abruzzo: di base intime chitarre folk e pianoforte a spalleggiare una voce androgina dalla perfetta pronuncia inglese. Di contorno ariosi arrangiamenti per archi, carezzevoli strumenti a fiato dal respiro jazz e inserti sbarazzini di elettronica e theremin: un lavoro orchestrato alla perfezione. E si rimane veramente sbalorditi ascoltando e riascoltando "Me2u2me" perché tutto qui è magnificamente in equilibrio...,Oltre alla bontà della scrittura delle canzoni colpiscono soprattutto gli arrangiamenti, levigati alla perfezione con il risultato di far risaltare ancora più nitido il talento di Orlando Ef, aka Fabio Ciarcelluti, che disegna tra carboncino e acqueforti dieci storie dalle tinte candide perfette se raccontate all'imbrunire"

EXIT: "Sandra Ippoliti: leggera, eterea, sottile; una creatura dalla voce che ti accarezza in maniera così suadente che in realtà ti graffia piano, e che se lo decide può farti anche sanguinare".

 

    http://www.myspace.com/orlandoef
   http://www.myspace.com/ippolitisandra
 


Inizio Concerti ore 22
Ingresso gratuito, con tessera Acsi

Per l'inaugurazione della rassegna, il 3 Febbraio,
tessera Asci rinnovata a prezzo promozionale
.

---- Happy Hour dalle 22 alle 22.30 ----


La musica di "Killing Me Sofltly" e i live del Controsenso passano su Radiogas.it a "Me and The Dragon", il programma a tutto indie italian rock&pop condotto da David Drago, il martedì e il giovedì alle 14.30.
  

ULTIME NEWS

I VENERDI' DI SOUNDS ON FRIDAY
Con Marco Milanesi
Leggi tutto

Prato Antiqua a palazzo Datini
Presentazione
Leggi tutto

Fabrizio Mocata a Nightswimming Jazz
Con Marco Milanesi
Leggi tutto

Referendum di Radiogas 2018
Commentato da Marco Monzali
Leggi tutto

Referendum radiogas 2017
Commentato da Marco Monzali
Leggi tutto

The Trongone Band – Keys To The House
Recensione di Lorenzo Allori
Leggi tutto